Viaggi in India

Immersioni

DosPalmas2

Honda Bay Posto all'estremo ovest delle isole Filippine, l'arcipelago di Palawan, di cui fanno parte le isole di Honda Bay, è senz'altro culturalmente più vicino al Borneo con cui divide un mare tra i più belli al mondo.

Le piccole isole nella baia di Honda emergono da reefs poco profondi e sono circondate da bianche e favolose spiagge. Le isole, raggiungibili in circa un'ora da Puerto Princesa con le tipiche barche a motore, sono uno splendido punto di partenza per nuotare, fare snorkeling o immersioni; ma anche per effettuare interessanti escursioni sulla terraferma dell'isola principale. Le isole sono quella di Cannon (Cowrie), l'isola di Bat, l'isola di Lu-Ii (che è visibile solo durante la bassa marea), l'isola di Meara Marina, l'isola di Starfish (dove l'acqua è purissima e dove abbondano le stelle marine), l'isola di Snake (un'isola lunga e stretta tutta bordata da una striscia di sabbia bianca sinuosa come un serpente), l'isola di Pandan, l'isola Senorita (dove nascono i piccoli pesci lapu-lapu) e l'isola di Arreceffi.

Tutto l'arcipelago di Palawan è stato fortemente preservato da ogni forma di sfruttamento ambientale. Le strutture ricettive che esistono rispondono a requisiti molto rigidi voluti dal governo della provincia per salvaguardare l'ambiente marino e terrestre. Ovviamente la popolazione locale è coinvolta in prima persona nei programmi ecologici tanto che ad esempio, Puerto Princesa, la piccola e deliziosa capitale può vantarsi d'essere la città più pulita dell'Asia, dopo Singapore.

Visitabile facilmente da Puerto Princesa, grande attrazione e Patrimonio Culturale dell'umanità è il Parco Nazionale di San Paolo con i suoi 5.349 ettari di foresta, rocce imponenti, caverne e spiagge bianche. Tra le insenature delle rocce marmoree e calcaree scorre il Fiume Sotterraneo, il più lungo del mondo, navigabile per quasi 4 chilometri. Le grotte sono ricche di stalattiti e stalagmiti che assumono particolari conformazioni. Quasi alla foce si trova un'incantevole laguna di acqua cristallina che pullula di pesci. All'interno del Parco si trova anche un percorso molto interessante conosciuto come "percorso delle scimmie": si tratta di un circuito all'interno della foresta alla scoperta degli animali che essa ospita che sono, oltre alle scimmie, gli scoiattoli, le lucertole e ben 60 specie di uccelli.

Il complesso delle Grotte di Tabon si trova a Pipoun Point, nella città di Quezon ed è uno dei più antichi siti del sud-est asiatico. Comprende 200 grotte sparse in una riserva-museo di 138 ettari, 33 delle quali sono di recente scoperta. Sette di queste grotte considerate museo preistorico sono aperte al pubblico e sono rimaste pressoché intatte. Sono la vera prova della presenza dell'uomo sull'isola sin dai tempi del Paleolitico e hanno portato alla luce i resti umani fossilizzati di un teschio di donna, altre ossa e tracce di terra risalenti all'890-710 a.C. Dall'ingresso principale delle grotte si gode oltretutto una splendida vista della baia.

Per i sub professionisti e più esperti ricordiamo il Parco Nazionale Marino di Tubbataha: il più grande habitat marino del Paese. Ospita diverse specie di mante giganti, testuggini e centinaia di pesci che vivono nelle sue barriere coralline. Situato nel cuore del Mare di Sulu a soli 158 km da Puerto Princesa, è un atollo corallino di 33.200 ettari, con piccoli isolotti che emergono tra le acque verdi smeraldo ed è uno tra i più unici e completi ecosistemi in pieno oceano. Anch'esso fa parte del Patrimonio Culturale dell'umanità classificato come "raro e superbo fenomeno per le sue formazioni, caratteristiche e aree di eccezionale bellezza".